Transizione ecologica: che cos’è? - Energicamente
Progetto Global Goals Approfondimento

Transizione ecologica: che cos’è?

La transizione ecologica è un concetto di grande attualità, una sfida, ma anche una incredibile opportunità per il futuro: per questo è importante coinvolgere sul tema bambine e bambini, ragazze e ragazzi.
E allora, ecco una spiegazione a piccoli passi dedicata proprio a loro, da leggere e condividere in classe o a casa. Cominciamo!

Transizione ecologica: hai già sentito questa parola?
Probabilmente sì, perché ne parlano tante persone importanti ed è al centro dei progetti di molti governi e anche dell’Unione europea.
In Italia abbiamo persino il MITE, il Ministero della Transizione ecologica: siamo uno dei pochi Paesi al mondo.
E allora: cos’è questa transizione ecologica?

La parola transizione deriva dal verbo latino transire, che significa passare: la transizione è il passaggio da un modo di essere a un altro, da una situazione vecchia a una nuova.
Come sarà questa nuova situazione?
Ecologica, è ovvio! Cioè capace di rispettare e tutelare l’ambiente e il suo delicato equilibrio.
La transizione ecologica, quindi, è il passaggio concreto da un presente che consuma e produce in modo intensivo e non sostenibile a un futuro sostenibile per il Pianeta, per l’economia e per le persone che abitano e abiteranno la nostra Terra.

Chi riguarda?
Tutti quanti! Possiamo vederla come una missione.
L’obiettivo è proteggere il nostro Pianeta, l’unico che abbiamo.
I super-eroi siamo tutti noi, a ogni età: da 0 a 100 anni e più.

E i super-poteri? Ne abbiamo tantissimi! Ecco qualche esempio…

  • Le fonti rinnovabili che sono infinite, non emettono anidride carbonica e ci aiutano a combattere il cambiamento climatico.
  • La mobilità elettrica, integrata e condivisa che riduce le emissioni legate ai nostri spostamenti.
  • L’economia circolare che progetta beni che durano nel tempo, che possono essere riparati e che, alla fine, vengono riciclati e trasformati in nuove risorse da ri-mettere in circolo.
  • Le città, le comunità e i quartieri intelligenti che lasciano spazio al verde pubblico, a edifici che producono l’energia di cui hanno bisogno, a piste ciclabili, alla raccolta differenziata e all’illuminazione efficiente.
  • L’agricoltura sostenibile che ottimizza l’uso del suolo e dell’acqua, protegge la biodiversità, favorisce gli scambi a km zero, riduce l’impiego dei pesticidi…


La transizione ecologica sarà un’avventura a lieto fine?
Se ci impegneremo tutti in questa trasformazione, sì.
E poi, mentre siamo in missione per trasformare il nostro presente e disegnare un nuovo futuro, stiamo anche aiutando a centrare i Global Goal dell’ONU, proprio quelli che puoi scoprire nel percorso-gioco Energicamente che ti aspetta qui.

Articoli correlati

News image

C’è posto per tutti!

Per trasformare l’Agenda 2030 in realtà, dobbiamo impegnarci tutti. Ecco cosa sta facendo Estra.

Leggi
News image

Good news: siamo di nuovo a scuola!

Come ripartire? Ne parla Massimo Recalcati dal KUM! Festival di Ancona.

Leggi
News image

Siamo pronti!

Vieni con noi: è ora di costruire insieme un mondo più sostenibile, colorato e pieno di energia. Scopri come!

Leggi