ESTRAKITCHEN

La cucina di Estra è sostenibile, innovativa ed efficiente, nel rispetto dell’ambiente e delle risorse. Dalla spesa, alla conservazione, fino alla cottura, sono importanti le scelte che si compiono quando si prepara un piatto, in termini di risparmio, salute e innovazione energetica.
Sostenibilità significa qualità, e in cucina comporta attenzione, cura e rispetto.
Grazie alla collaborazione con lo chef Gabriele Costantino, Energicamente presenta alcune buonissime ricette sostenibili, arricchite da piccoli approfondimenti e spunti di attività per affrontare l’argomento in classe e a casa!
Sei un genitore?
Lasciati ispirare e partecipa al concorso La ricetta dell’energia.

ENERGIA IN CUCINA

1. Viva le stagioni!
Tematica: spesa e stagionalità
È bene consumare frutta e verdura di stagione: sono più buone, si conservano più a lungo e sono più economiche. Se poi si scelgono prodotti a km zero, coltivati cioè vicino al luogo di residenza, si risparmia ancora di più, perché si abbattono i costi di trasporto. Come l’olio EVO (evo=extravergine di oliva): un grandissimo prodotto con un ottimo rapporto qualità prezzo.
Attività
Arance, cachi e castagne sono tutti frutti autunnali, mentre in estate si trovano albicocche, angurie e meloni. Come ricordarsi quali prodotti comprare durante tutto l’anno? Creiamo un calendario per gli acquisti indicando per ogni mese, o periodo, la frutta e la verdura da preferire.

ENERGIA IN CUCINA

2. Al supermercato
Tematica: consumo consapevole
Al supermercato è buona abitudine guardare le date di scadenza e comprare solo quello che serve. Se si osserva attentamente l’etichetta, si può leggere la denominazione dell’alimento, l’elenco degli ingredienti, il peso, le istruzioni per l’uso, il Paese d’origine e la conservazione, oltre ai valori nutrizionali. Se poi si ha bisogno di una sola mela, è meglio non acquistarne una confezione intera! In questo modo si spreca meno e si risparmia anche la plastica dell’imballaggio.
Attività
L’etichetta alimentare è la carta d’identità di un prodotto. Portiamo in classe le confezioni vuote di vari alimenti e impariamo a leggerla: quali informazioni troviamo? Perché sono importanti? Ritagliamo le etichette e creiamo una guida all’acquisto con consigli e indicazioni da tenere a mente.

ENERGIA IN CUCINA

3. Una questione di conservazione
Tematica: conservazione
Più o meno in cucina non si butta via niente. Quindi: bucce di verdure, ossa e carapaci sono ottimi ingredienti per creare brodi, bisque e fondi che poi si possono utilizzare per altre preparazioni. Ma come fare per conservarli? Basta metterli in frigorifero o surgelarli in porzioni, per usarli quando se ne ha bisogno. La catena del freddo è un grande alleato contro lo spreco alimentare!
Attività
Perché lo scompartimento in basso del frigorifero è il più freddo? Prepariamo due vaschette, una con acqua calda e una con acqua fredda. Poi infiliamo un palloncino sull’imboccatura di una bottiglietta di plastica vuota. Cosa succede al palloncino se immergiamo la bottiglietta nell’acqua calda? E in quella fredda? L’aria calda è più leggera, sale e gonfia il palloncino, quella fredda è più pesante, quindi si sgonfia!

ENERGIA IN CUCINA

4. Cotto a puntino
Tematica: cottura
Con un’adeguata tecnica di cottura si esalta l’ingrediente cucinato. Attenzione che gli alimenti bruciati sono cancerogeni! Quando si mettono gli alimenti a cuocere nell’acqua o nel brodo avviene tra loro una scambio di sostanze nutritive e aromi. Questa si chiama “cottura per estrazione”. Quando si cuoce al vapore, o “a secco” in padella o in forno, una parte dell’acqua contenuta nell’alimento evapora e le sostanze nutritive si concentrano.
In questo caso si parla di “cottura per concentrazione”. A volte, poi, i due fenomeni si mescolano e si parla di “cottura mista”.
Attività
Quante cotture conoscete? Al forno, in padella, alla griglia… ma anche a freddo con la marinatura. Parliamo dei metodi di cottura conosciuti e usati famiglia e degli effetti che hanno sui diversi alimenti. Esiste una cottura più sostenibile? Perché? Realizziamo un album illustrato per raccontare le nostre scoperte.

ENERGIA IN CUCINA

5. Ingredienti sorprendenti
Tematica: ricette con avanzi
L'Italia si posiziona al quarto posto nella lotta allo spreco alimentare. Ma ogni anno, secondo i dati del Food Sustainability Index, ogni abitante getta nella spazzatura 145 kg di cibo. L’equivalente di circa 2.400 michette di pane…! È davvero troppo e si potrebbe fare molto di più per evitare che vada a finire nel cestino: si tratta di una necessità sociale e ambientale, oltre che economica.
Attività
Quali sono i prodotti che a casa nostra finiscono nel frigorifero e non vengono consumati? Cosa si potrebbe cucinare con questi alimenti? Facciamo una lista, poi scriviamo e disegniamo tante ricette da realizzare con gli avanzi. Ci sono molti modi creativi di riutilizzarli in nuovi gustosi piatti!

ENERGIA IN CUCINA

6. Tovagliette responsabili
Tematica: riciclo
Consumiamo il cibo in molti modi, ognuno con le proprie tradizioni familiari, culturali e del territorio. È un importante momento di condivisione in cui si trascorre del tempo insieme, si parla, si ride e ci si conosce meglio. Anche il modo di apparecchiare la tavola cambia a seconda delle abitudini e delle occasioni, per esempio da quotidiane a formali e informali: colazione, pranzo, cena, festa di matrimonio, festa di paese, tavolata con amici, etc.
Attività
Creiamo delle tovagliette super originali recuperando la carta da giornali, riviste, confezioni varie, e sbizzarriamoci a realizzare fantasiosi collage per dare ancora più colore ai nostri piatti, a scuola o a casa.

ENERGIA IN CUCINA

7. Alleati tecnologici
Tematica: risparmio energetico
Gli elettrodomestici, dal forno ai piccoli robot da cucina, aiutano non solo a cucinare in modo creativo, ma anche a farlo in modo efficiente e sostenibile, risparmiando risorse.
Non esiste solo l’etichetta degli alimenti: quella energetica consente di scegliere gli elettrodomestici che consumano meno elettricità e quindi risparmiare e inquinare meno.
La classe più efficiente è la A!
Attività
Immaginiamo la nostra cucina del futuro: come la organizziamo? Come scegliamo gli elettrodomestici? Con la domotica possiamo controllare tutto da lontano! E quali sono i comportamenti ecosostenibili da ricordare? Chiudere il rubinetto, non lasciare la porta del frigorifero aperta, fare la raccolta differenziata. Creiamo un poster da appendere con il nostro decalogo.

ENERGIA IN CUCINA

8. Soprattutto il coperchio
Tematica: risparmio energetico
Il coperchio è un importante alleato mentre si cucina, perché permette di ridurre i tempi di cottura e di risparmiare gas o energia elettrica. Dunque, per una cucina sostenibile, è importante utilizzare i coperchi, sia nel caso ci si serva di pentole, sia che si usino le padelle.
Attività
Come possiamo risparmiare energia quando cuciniamo? Oltre a mettere il coperchio ci sono altri trucchi per non sprecare gas e elettricità. Coinvolgiamo la classe in una discussione. Cosa fanno genitori, zii, nonni? E cosa farebbero loro? Costruiamo una pentola di cartone, scriviamo i consigli su dei bigliettini, pieghiamoli, e buttiamoli dentro. Poi peschiamoli in maniera casuale, leggiamo e approfondiamo ogni suggerimento!

ENERGIA IN CUCINA

9. Ricette d’acqua
Tematica: risparmio idrico
L’acqua è una risorsa primaria che non va sprecata, nemmeno quando si cucina.
In più, l’acqua di cottura è ricca di amidi preziosi! Ecco solo alcune delle cose che si possono fare con l’acqua di cottura della pasta: lasciarla raffreddare e usarla per innaffiare le piante, mettere a bagno ceci o lenticchie, lavare i piatti a mano, allungare il sugo, bollire le verdure, etc.
Attività
Edizione straordinaria de “Il Giornale della polpetta”: come risparmiare acqua in cucina? Invitiamo bambini e ragazzi a fare un’indagine sul campo o intervistare un familiare sulla tematica “risparmio idrico”. Poi creiamo un vero e proprio mini giornale per raccontarlo a tutta la scuola.

ENERGIA IN CUCINA

10. Al contadino non far sapere…
Tematica: gusto e tecniche di abbinamento
In un piatto intervengono nell’ordine la vista, l’olfatto, l’emozionalità, e per finire il gusto e quindi, masticazione, papille gustative, nervo trigemino e tutto il resto.
Quindi un piatto per essere buono deve presentarsi bene, avere un odore gradevole, suscitare delle emozioni e infine sorprendere per l’alternarsi dei contrasti e per l’equilibro espresso dai sapori.
Attività
I modi di dire sul cibo sono tanti, da “essere buono come il pane” a “avere il prosciutto sugli occhi” e “non piangere sul latte versato”! Oltre a “…quant’è buono il formaggio con le pere” quali sono gli accostamenti vincenti più noti, tanto da essere ricordati dai proverbi? E quali sono invece le novità in campo di gusto e cucina gourmet? Osserviamo insieme le ricette dello chef Costantino e apriamo una discussione!

Le ricette sostenibili
dello chef Costantino

Filtra per:
Annulla filtri

Quale cottura?

Rosolare e Arrostire
Cuocere a temperature comprese tra i 140 e i 180 gradi con l’aiuto di un grasso, olio o burro, e una padella molto calda.
Lessare
Si può lessare a caldo e a freddo. In ogni caso si tratta di un processo di cottura di un alimento immerso in un liquido salato.
Cottura alla piastra
Tecnica di cottura molto veloce ad alta temperatura, con o senza aggiunta di grassi.
Brasare
È un processo di cottura delicato e prolungato, di almeno un’ora e successivo alla rosolatura, con l’utilizzo di un liquido insieme all’ingrediente principale.
Cottura a vapore
Consiste nello sfruttare il vapore di ebollizione dell’acqua o di un liquido per la cottura di un altro ingrediente disposto in una vaporiera o in un cestello sopra una pentola che bolle.
Cottura alla griglia e allo spiedo
In questa cottura non bisogna avere fretta nel cuocere le carni, se vengono posizionate troppo vicino alla brace non cuociono prima, semplicemente bruciano e diventano amare.
Friggere
Tra i 150° e i 180° di temperatura costanti, con abbondante olio di semi, meglio in padelle strette e profonde, con pochi ingredienti per volta.
Cottura al forno
Molto antica, si tratta di cuocere un ingrediente in un ambiente ad una determinata temperatura costante.
Marinatura
Consiste nell'immersione di cibo cotto o crudo, per un tempo variabile, in un liquido tipicamente composto da acidi (succo di limone o vino), oli e aromi.

Cosa bolle in pentola?

Scopri le altre ricette